Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Ricette’

Beh..
possiamo fare un bel biglietto…

Qui trovate il tutorial passo passo per un altro biglietto.

O semplicemente un cuore con la tecnica Origami:

O preparare una bella Cenetta afrodisiaca…
Antipasto e primo:

 Secondo e dolce:

Qui per personalizzare un dosatore di sapone 😉
Qui per creare la borsa personalizzata per il regalino di S. Valentino.

Buon  S. Valentino a voi! 🙂

Read Full Post »

 

Quando si era in tempi di guerra e quindi di ristrettezze economiche.. molto più di adesso, si cercava di evitare gli sprechi e ci si adattava a mangiare anche cose attualmente ritenute di scarto.
Tra queste.. le bucce..
Ricordate Pinocchio che, avendo fame, dopo aver mangiato le pere sbucciate si mangiò le bucce?

Che siano addirittura una prelibatezza… invece, è davvero sorprendente!
Nei vecchi libri di cucina della nonna.. e della bisnonna potete anche trovarne le ricette..

Io ve ne consiglio un paio.. voi ne conoscete altre?
(Ottime da utilizzare quando ci serve la parte interna per altre ricette 😉 )

Bucce di Patata Fritte

Niente di più semplice: sbucciate le patate, precedentemente lavate, lasciando un pò di patata attaccata alla buccia.
Friggete le bucce in abbondante olio come le patatine fritte.
Salate e gustate!

Bucce di Melanzane
(ottime come antipasto o da utilizzare come letto per altre pietanze)

Tagliate a listarelle sottili le bucce di melanzane, precedentemente lavate.
Friggete in abbondante olio come le patatine fritte.
Assorbite l’olio in eccesso mettendole su più strati di carta assorbente.
Salate e gustate!

Ho letto anche di bucce di fichi d’india fritti… ma per ora preferisco non rischiare.. di trovarmi qualche spina nel palato! 😯

Read Full Post »

 

Dopo il successo del plumcake alle castagne mi sono cimentata in un nuovo graditissimo esperimento.
Anche questo l’ho fatto senza sforzo con la macchina del pane, ma si può fare anche con il metodo tradizionale, utilizzando le fruste per amalgamare gli ingredienti e cuocere in forno.. 😉

Io ho usato solo 1/2 bustina di lievito, perché mi dà fastidio sentirne il sapore, quando è eccessivo.
E’ cresciuta il giusto, secondo me, ma se volete potete aumentarne la dose 😉

Ingredienti
(da inserire nell’ordine)

210 gr. di acqua e latte
3 uova
50 gr. di olio di semi
240 gr. di zucchero
300 gr. di farina 00
1 pizzico di sale (messo in un angolo)
2 cucchiai rasi di polvere di caffé solubile
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di bicarbonato

Mettete nell’ordine gli ingredienti, facendo attenzione a separare il sale dal lievito e distribuendo il lievito sulla farina.
Utilizzate il programma solo impasto per 15-20 min: semplicemente fate andare il programma e interrompetelo quando ha finito di impastare.
Quando la macchina ha finito di impastare, interrompete il programma e avviate il programma solo cottura a temperatura bassa.

Varianti

  • Potete ricoprirlo di glassa al cioccolato fondente e guarnire con qualche chicco di caffè prima che il cioccolato si rassodi.
  • Se volete renderlo più consistente e morbido (ma meno salutare) sostituite all’olio di semi 150 gr. di burro o margarina…

Read Full Post »

 

Eccomi a voi con un nuovo esperimento fatto con la macchina del pane che ha avuto un grande successo!

Ho comprato la farina di castagne e inventato questo dolcetto soft (pochi grassi) che ha ottenuto l’ovazione degli assaggiatori.. 😀
Io l’ho fatto senza sforzo con la macchina del pane, ma si può ovviamente fare anche con il metodo tradizionale, utilizzando le fruste per amalgamare gli ingredienti e cuocere in forno.. 😉

Io ho usato solo 1/2 bustina di lievito, perché mi dà fastidio sentirne il sapore, quando è eccessivo.
E’ cresciuta il giusto, secondo me, ma se volete potete aumentarne la dose 😉

Ingredienti
(da inserire nell’ordine)

210 gr. di acqua e latte
3 uova
50 gr. di olio di semi
200 gr. di zucchero
180 gr. di farina di castagne
120 gr. di farina 00
1 pizzico di sale (messo in un angolo)
1/2 bustina di lievito per dolci
1 pizzico di bicarbonato

Facoltativo: 3 castagne.

Incidete le castagne e mettetele a bollire nell’acqua (se volete con mezza foglia d’alloro)
Mettete nell’ordine gli ingredienti, facendo attenzione a separare il sale dal lievito e distribuendo il lievito sulla farina.
Utilizzate il programma solo impasto per 15-20 min: semplicemente fate andare il programma e interrompetelo quando ha finito di impastare.
Nel frattempo togliete le castagne sbollentate dall’acqua, toglietegli la buccia e spellatele.
Quando la macchina ha finito di impastare, interrompete il programma e mettete le 3 castagne spellate sopra l’impasto distribuendole uniformemente nella lunghezza.
Avviate il programma solo cottura a temperatura bassa.
Le castagne, con il loro peso, finiranno all’interno dell’impasto creando l’effetto sorpresa al momento del taglio delle fette.

Varianti

  • Se volete farvi male e trasformare l’innocuo dolce in una botta calorica potete ricoprirlo di glassa al cioccolato fondente e servirlo con abbondante panna montata spolverata di cacao… 😯
  • Se volete renderlo più consistente e morbido (ma meno salutare) sostituite all’olio di semi 150 gr. di burro o margarina…

Read Full Post »

 

Questa ricetta l’ho inventata io.. ed è buono anche tiepido..
Quindi un piatto estivo, grazie anche alla grande quantità di melanzane disponibili.. 😀

Ingredienti

2 melanzane
1 cipolla
formaggio dolce (caciottina, fontina, emmenthal.. quello che volete voi!)
formaggio pecorino grattuggiato (quantità secondo il gusto)
1 o 2 uova
basilico fresco (abbondante)
pangrattato
olio evo
sale
pepe o peperoncino (facoltativo)

Lavate le melanzane, privatele del picciolo e, con la forchetta, praticate tanti fori sulla buccia.
Quest’ultima operazione è necessaria per evitare che la melanzana vi esploda nel microonde! 😯
Sbucciate la cipolla e tagliatela in 2.
Mettete le melanzane e la cipolla in un contenitore di plastica, copritele col coperchio per il microonde e cuocete alla massima potenza per 3-4 min, poi gratele e ripetete l’operazione finché non saranno abbastanza cotte.

Quando saranno pronte, fatele freddare un pò, poi tagliatele a pezzi grandi e mettetele nel robot da cucina insieme alle uova, il formaggio grattuggiato, il basilico, il sale, l’olio e, a gusto vostro, pepe o peperoncino.
Frullate il tutto ed aggiustate eventualmente la consistenza con il pangrattato.

Stendete metà del composto su una teglia di vetro per il microonde e distribuitelo uniformemente.
Tagliate il formaggio dolce a dadini e spargetelo sullo strato di melanzane.
Ricoprite tutto con il rimanente composto, livellando la superficie.

Spolverate con un pò di formaggio grattuggiato e pangrattato e passate il tutto al microonde combinato con il grill per il tempo sufficiente a cuocere le uova e formare una lieve doratura della superficie.

Non è solo buono, ma è comodissimo da portare come pranzo in ufficio.. 😉

Fatemi sapere! 🙂

Varianti

  • Se volete il tortino più saporito, ma anche meno “estivo” e più calorico, soffriggete a parte la cipolla ed aggungetela al composto al momento di mettere tutti gli ingredienti nel robot da cucina! 😉

Read Full Post »

Amori e Sapori

 

Mercoledì 17 giugno alle ore 18.30
presso la libreria Gabi, in via Gabi 30 abc
(zona San Giovanni – Roma)
ci sarà la presentazione del libro:
“Amori e Sapori – Imparare a cucinare e ritrovare se stessi” di Renata Garutti.

E’ un romanzo d’amore, ma anche un ricettario di cucina.
“La Casa della Serenità” è il nome che la protagonista, Isa Da Ponte, ha dato alla sua villa sul mare.
L’atmosfera della casa, del giardino e dell’ambiente circostante le ha ispirato questo nome.
Isa è una scrittrice di libri di cucina conosciuta in Italia e all’estero e ha deciso di trasformare la sua casa in un Bed & Breakfast durante i mesi invernali e di tenere, durante quelli estivi, corsi di cucina per italiani e stranieri.
Nel libro sono descritti quattro corsi di sei partecipanti cadauno.
In ogni capitolo/corso ogni personaggio ha la sua storia che a volte si intreccia con quella di un altro partecipante.
Tutti, però, durante il soggiorno a “La Casa della Serenità”, ritrovano se stessi.
I corsi ci sono solo al mattino e il resto del giorno, oltre a fare sport e a visitare i dintorni, hanno tutto il tempo di pensare.
Questo soggiorno, quindi, li trasforma, fa capire loro quali sono le cose veramente importanti nella vita.
Isa ama studiare l’animo umano e ha l’abitudine di dedicare una ricetta a ogni allievo.
Inoltre l’ultimo giorno di corso i partecipanti devono inventarne una e creare un menù per la cena d’addio, quindi alla fine di ogni corso vi sono le ricette dedicate e quelle inventate.

Per saperne di più

 Qualche “Assaggio”:

Read Full Post »

 

Questa ricetta è supercollaudata e può essere realizzata anche con la macchina del pane.

Ingredienti
110 gr. di acqua
300 gr. di lievito Madre rinfrescato
320 gr. di farina 0
olio d’oliva
1/2 cucchiaino di zucchero o miele (facoltativo)
1 cucchiaino colmo di fecola di patate (facoltativo)
1-2 cucchiaini rasi di sale

Impastare bene gli ingredienti.
Se utilizzate la macchina del pane inseriteli nell’ordine descritto sopra ed avviate il programma “solo impasto”.
Stendere la pasta, eventualmente aiutandovi con il mattarello, correggendo l’umidità con la farina.
Mettete in forno spento con un pentolino di acqua calda e lasciate lievitare per 2 ore circa.
Togliete la pizza dal forno ed accendetelo a 250°.
Condite la pizza, senza mozzarella ed infornatela quando il forno è caldo.
Cuocete per 10 min alla massima potenza, poi altri 10 min con la combinazione forno+grill+ventilato.
Togliete la pizza dal forno, distribuite la mozzarella sulla superficie e rimettetela nel forno caldo, ma spento.
Lasciatela qualche minuto, finché la mozzarella non si sarà sciolta.

Lo zucchero/miele serve a dare una maggiore croccantezza, mentre il cucchiaino di fecola conferisce una maggiore sofficità… potreste provare ad aumentare le dosi… ma ricordate che la fecola non possiede glutine e quindi non contribuisce alla lievitazione del lievito madre…

Diversamente da altre ricette, queste proporzioni vi permettono di ottenere una buona pizza lievitata in “poco” tempo, rispetto agli standard..
Una volta stesa la pasta, sono sufficienti 2 ore.. 😉

Un consiglio: non lasciate l’impasto nella macchina del pane, una volta terminato il programma, ma toglietelo subito, altrimenti si asciugherà troppo..

La pizza fatta col lievito madre il giorno dopo è ancora più buona!!!
Provate! 😉

 

Read Full Post »

Older Posts »