Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Tumore’

Dopo tanto tempo di assenza, torno per condividere con voi tutto quello che ho scoperto, imparato, sentito, provato e meditato durante questo periodo.

Uno dei post più gettonati del mio blog è quello sulla cura del cancro con la ricetta dell’Aloe.
Gettonato, anche perché è sorta una diatriba tra un dottore/venditore e molti fruitori.
Ci sono anche andata di mezzo io, visto che ho dato spazio alle opinioni di tutti, e qualcuno, passato agli insulti, ha travisato il mio comportamento come un favoritismo nei confronti dell’altra parte.

Detto questo, che vorrei evitare di approfondire, voglio invece aprirvi una finestra su un mondo che ho imparato a conoscere da qualche anno… Un mondo di verità nascoste, che rimane celato ormai solo a chi non vuol vedere e non vuole cambiare.

Sono un’ascoltatrice assidua della trasmissione radiofonica-web Border Nights, tanto da partecipare anche ad una puntata con un mio intervento.

L’ospite fisso della trasmissione, in onda il martedì sera, ma liberamente scaricabile in podcast, è l’ormai noto Paolo Franceschetti.
Paolo, dopo un’esperienza molto forte, avuta con una persona a lui molto cara, malata di tumore, ha deciso di aprire un blog, dedicato a tutte le cure alternative dei tumori: Non è questa la cura e tu lo sai.

[continua…]

Annunci

Read Full Post »

E’ dalla nascita di questo blog, che uno dei post più letti e commentati, sia quello relativo all’Aloe per guarire dal cancro.
In tanti anni di miei precisi studi e ricerche, soprattutto in ambito di “altra informazione”, attraverso canali non ufficiali, compresi colloqui con medici che hanno deciso di non appoggiare la medicina ufficiale, e che sono stati gli unici a farmi guarire da problemi di salute che avevo… attraverso l’osservazione attenta delle reazioni di amici che hanno fatto seguire ai trattamenti ortodossi, altre terapie parallele… attraverso l’esperienza diretta e molte altre cose, che non sto qui ad elencarvi… vi dico che c’è molto da sapere e molto per combattere una delle piaghe più pericolose e più dispendiose di questi ultimi secoli.

Grazie ad un commento di un lettore del mio blog, sono venuta a conoscenza di uno dei libri più funzionali per la salute, che mai avrei comprato di mia sponte.

Gran parte del libro, ovunque denigrato e disprezzato, mette in luce una realtà con cui già mi ero scontrata. Tante cose le avevo già sperimentate personalmente… ma avere anche le armi per combattere i nemici nascosti, che sono poi la vera causa di “tutte le malattie”, mi mancava!

Adesso mi curo con lo zapper ed ho eliminato qualsiasi fonte di tossine, laddove riesco ad arrivare… per le scie chimiche, la terapia chelante di zeolite e coriandolo. Vitamina C e tante altre cose naturali.
La mia vita e la mia salute è cambiata completamente.
Non è vero che non si conosce la causa del cancro. Il vero problema è che se fosse pubblica, tanti guadagni andrebbero persi… un pò come la storia del petrolio. Esistono fonti di energia pulita, ma sono “scomode”.

Quindi, quello che mi sento di dirvi è: non fidatevi delle fonti “ufficiali”, fate delle ricerche personali e fuori dalle righe.. e soprattutto sperimentate.
Non fidatevi se la spesa è esagerata: tanti sanno che si è disposti a tutto in casi estremi… e non lasciate la vostra salute completamente in mano agli altri.

Se volete veramente sapere come stanno le cose, leggetelo.
Come recita la copertina: tutte le malattie si possono curare facilmente, una volta che ne è stata scoperta la causa.
Non dico di seguire alla lettera tutto quello che c’è scritto, ma ampliate la vostra conoscenza 😉
Il libro è: La cura di tutte le Malattie di Hulda Clark.

Buona lettura

Read Full Post »

Qualcuno che ha dato voce a ciò che volevo dire anch’io..

Vi invito ad informarvi su ciascuno dei punti toccati dal magistrato, se ancora non li conoscete.Un appello semplice e diretto al quale aderisco in toto.

Il Magistrato Paolo Ferraro ha subito l’oppressione del sistema perché aveva scoperto che il programma di manipolazione e controllo mentale denominato Mk-Ultra(o Monarch) era, ed è, utilizzato correntemente in Italia da un insieme insolito di personaggi militari e civili da anni. Si tratta dell’operazione di rapimento e condizionamento di donne, uomini e bambini per fini inconfessabili e sinceramente disgustosi da descrivere.
Giustamente il Magistrato include in un solo appello istanze solo apparentemente distanti come il controllo dell’acqua e dell’aria attraverso la ridicola scusa economica e la ferale manipolazione delle scie chimiche.
Si tratta solo di diversi aspetti della stessa volontà omicida e disumana che si sta  impossessando di tutto il pianeta.
Anche questa miserrima crisi finanziaria che ci attanaglia e deprime è solo il frutto di una strategia concertata per annichilirci e renderci innocui e proni.
Dimostriamogli che hanno sbagliato a fare i conti e che un’umanità forte e determinata è sveglia e pronta a dargli ciò che meritano!

Thanks to TheAntitanker

Read Full Post »

Vi riporto l’articolo della rivista Nature tramite Agi.it

La chemioterapia usata da decenni per combattere il cancro in realtà può stimolare, nelle cellule sane circostanti, la secrezione di una proteina che sostiene la crescita e rende ‘immune’ il tumore a ulteriori trattamenti.

La scoperta, “del tutto inattesa”, è stata pubblicata sulla rivista “Nature” ed è frutto di uno studio statunitense sulle cellule del cancro alla prostata tesa ad accertare come mai queste ultime siano così difficili da eliminare nel corpo umano mentre sono estremamente facili da uccidere in laboratorio.

Sono stati analizzati gli effetti di un tipo di chemioterapia su tessuti raccolti da pazienti affetti da tumore alla prostata. Sono state scoperte “evidenti danni nel Dna” nelle cellule sane intorno all’area colpita dal cancro. Queste ultime producevano quantità maggiori della proteina WNT16B che favorisce la sopravvivenza delle cellule tumorali.

La scoperta che “l’aumento della WNT16B…interagisce con le vicine cellule tumorali facendole crescere, propagare e, più importante di tutto, resistere ai successivi trattamenti anti-tumorali…era del tutto inattesa“, ha spiegato il co-autore della ricerca Peter Nelson del Fred Hutchinson Cancer Research Center di Seattle nello stato di Washington.

La novità conferma tra l’altro un elemento noto da tempi tra gli oncologi: i tumori rispondono bene alle prime chemio salvo poi ricrescere rapidamente e sviluppando una resistenza maggiore ad ulteriori trattamenti chemioterapici. Un dato dimostrato dalla percentuale di riproduzione delle cellule tumorali tra i vari trattamenti. “I nostri risultati indicano che il danno nelle cellule benigne può direttamente contribuire a rafforzare la crescita ‘cinetica’ del cancro“, si legge nello studio che, hanno spiegato i ricercatori, ha trovato conferma anche nei tumori al seno e alle ovaie.

Ma la scoperta potrebbe aprire la strada allo sviluppo di un trattamento che non produca questo dannoso effetto collaterale della chemioterapia: “Per esempio un anticorpo alla WNT16B, assunto durante alla chemio, potrebbe migliorarne la risposa uccidendo più cellule tumorali. In alternativa si potrebbero ridurre le dosi della chemio“. (AGI) .

Fonte Agi, 5 agosto 2012 e Disinformazione

Leggi anche l’articolo di Repubblica: Tumori, scoperta la proteina che “protegge” le cellule malate

Read Full Post »

Ho trovato, tra i molti in rete, questo interessante ed esplicativo articolo di Gianni Lannes, di cui vi riporto qualche estratto.
Per l’articolo completo: qui.

Conflitti bellici camuffati da ricerche scientifiche, col paravento di accordi internazionali ignoti alla società civile.
Si distrugge la natura per annientare il nemico e controllare le risorse strategiche, annichilendo gli esseri viventi.
In altri termini: avidità senza fine, ma guai a fiatare o a ribellarsi a questo genere di sperimentazioni su milioni di cavie, ignare, inermi o indifferenti.
E’ in atto da tempo un programma militare clandestino – decollato inizialmente negli USA e nell’ex URSS , ma poi massicciamente esteso ai Paesi satelliti – a livello planetario, di manipolazione che non ha solo finalità climatiche, bensì il controllo della crescita demografica.
Il fenomeno ormai evidente è chiamato con facile semplificazione, “scie chimiche”. Nel 2003 l’Italia ha stipulato, si fa per dire, un accordo di collaborazione con il padrone “Zio Sam”, chiamato con arguto eufemismo, “Cooperazione Italia-Usa su scienza e Tecnologia dei cambiamenti climatici”. […]

Stato e governo fuorilegge – Scie chimiche sull’Italia da cartolina?
Le autorità mentono spudoratamente, ma sono state smascherate. In Italia si inizia a parlare scie chimiche nel 1999.
La loro presenza nei nostri cieli è stata particolarmente intensa nel 2003, anno in cui si è registrata una strana siccità e un’estate torrida.
Verso la fine del 2006 e i primi sei mesi del 2007 c’è stata una massiccia irrorazione. Il 22 gennaio 2007 da tutta Italia sono   pervenute segnalazioni di un abnorme numero di scie chimiche, visibili anche in spazi aerei dove di solito non passano aerei di alcun tipo. Sono stati fotografati e filmati autentici reticolati di scie chimiche e si sono contati un numero incredibile di aerei: 5-6 al minuto.
Difficilmente un tale via vai può essere riconducibile al normale traffico aereo civile. Una situazione simile si è verificata il 7 e l’8 maggio 2007, giorni in cui si è assistito a livello internazionale ad una massiccia irrorazione. Sono pervenute segnalazioni da tutto il centro-nord d’Italia, da molto altri stati europei, dal Canada e dagli Stati Uniti.
Quesiti e denunce non hanno avuto alcun esito serio. Allora diamo i numeri della Politica nostrana.
Soltanto 14 atti parlamentari nelle ultime tre legislature, sovente senza risposta, sul tema dei veleni disseminati quotidianamente nel cielo dello Stivale, isole comprese. La prima interrogazione (a risposta scritta 4-05922) è stata presentata dal deputato Italo Sandi, mercoledì 2 aprile 2003 nella seduta n.291.
Dopo 9 anni il governo italiano non ha fornito ancora una risposta. «Al Ministro della salute. – Per sapere – premesso che: sono pervenute numerose segnalazioni da parte di singoli cittadini, associazioni specializzate e organi di stampa circa il fatto che nel nostro spazio aereo operano velivoli che rilasciano scie persistenti di natura sconosciuta, cosiddette chemtrails, cui segue un cambiamento nelle condizioni del cielo, con la formazione di nuvole, generalmente di tipo a strato; le poche spiegazioni ufficiali, non sempre convincenti, spiegano il fenomeno come risultato dello scarico di carburante da parte delle aviocisterne KC-135 e KC-10, che le chemtrails sono semplici pesticidi oppure le normali scie di condensazione; parte della opinione pubblica si chiede invece se le scie chimiche siano collegate con alcune malattie e in particolare con l’elevata incidenza dei tumori come nel caso della vallata Feltrina che ha il maggior numero dei malati di tumore (34,5 per cento mortalità maschile e 23,3 per cento femminile) in tutta Italia -: se il ministro abbia mai preso in considerazione simili fenomeni; se ritenga opportuno avviare un monitoraggio sulle cause dell’anomalo livello dei tumori nel Feltrino; se ritenga inoltre opportuno fornire spiegazioni sulle conseguenze che le scie chimiche rilasciate dagli aerei possano avere, nonché chiarire se vi è stato un aumento del traffico aereo che sorvola la regione del Veneto in particolare sulla Val Belluna; infine se sia a conoscenza che siano stati mai effettuati esperimenti per variazioni microclimatiche con sostanze chimiche».

[…]

Conflitti non convenzionali – Lo studio Air Force 2025 è uno studio commissionato dallo Stato Maggiore dell’Aeronautica Militare USA nel 1996 sugli scenari futuri di guerra che prevede, tra l’altro, il controllo del tempo atmosferico come elemento strategico. Nel 2001 il governo nord americano parla di “chemtrails” in un documento ufficiale. […] Lo Space Preservation Act 2001 non viene approvato. L’anno successivo viene approvato lo Space Preservaction Act 2002: il capitolo riguardante le armi speciali”, e quindi la voce sulle chemtrails, scompare.

[…]

La guerra del terzo millennio è intesa come «l’intenzionale modificazione di un sistema ecologico naturale allo scopo di causare distruzioni fisiche economiche e psico-sociali nei riguardi di un determinato obiettivo geofisico o una particolare popolazione».
Veleni in corpo – Nel 2003 il Ministro della difesa, Martino, ha autorizzato le forze aeree USAF a sorvolare gli spazi aerei italiani. E non solo: almeno in Puglia, gli aeroporti militari utilizzati sono Amendola (Foggia), Gioia del Colle (Bari) e Grottaglie (Taranto). Venerdì 30 marzo 2012: su Brindisi aerosolterapia militare in gran quantità. Due settimane prima era toccato alla città di Bari subirne le conseguenze. Le sostanze tossiche adoperate per le operazioni militari di aerosol sono composte da metalli, polimeri, silicati, virus e batteri.
L’alluminio, come noto, è una sostanza neurotossica che danneggia sia il sistema nervoso centrale, che i processi omeostatici cellulari (l’alluminio è un fattore determinante nell’Alzheimer).
La letteratura scientifica parla chiaro: l’intossicazione da metalli produce un abbassamento delle difese immunitarie: l’alluminio uccide la flora batterica dei terreni; le piogge prodotte dalle scie chimiche modificano i valori di acidità dei suoli.
Per tagliare una buona volta la testa al toro, occorre mappare con precisione la qualità attuale dei terreni; misurare il livello di bario e di alluminio nelle acque piovane su tutto il territorio nazionale promuovendo verifiche dopo le piogge provocate dalle operazioni militari; misurare il tasso d’inquinamento dell’aria specificamente in relazione alle miscele utilizzate nelle operazioni di aerosol; determinare il rischio ambientale e per la salute della popolazione dei territori soggetti a operazioni di scie chimiche permanenti; chiarire in chiave epidemiologica l’influenza che le operazioni delle scie chimiche hanno avuto sulla salute degli italiani; stimare la correlazione dell’aumento di determinate patologie in rapporto alle sostanze utilizzate nelle scie chimiche.
Secondo il padre della pediatria italiana Alberto Burgio, «Se la natura perde la salute, la perde anche l’uomo.
Gli agenti tossici determinano nei bambini effetti a livello immunitario, endocrinologico, genetico e a livello degli organi
».
Risultato: allergie e malattie autoimmunitarie sono in aumento, così come l’autismo.
Soltanto nella provincia di Venezia ci sono quasi 5 mila bimbi afflitti da dislessia. Dati medici segnalano che il 30 dei bambini italiani ha difficoltà di apprendimento. Infine, anzi, prima di tutto: va abrogato il segreto militare e di Stato. Il livello di una  civiltà si misura dal grado di attenzione per i più piccoli. Non dimentichiamolo, mai.
Io vi invito a leggere l’articolo completo ed i commenti sottoposti all’articolo. C’è una traduzione da un articolo del Guardian che conferma le previsioni di Gordon McDonald del 1966,  citate sotto,  che conferma la valutazione di Gianni Lannes, e molti spunti di lettura.

Read Full Post »

Il maresciallo dell Aeronautica Militare, Domenico Azzone (esperto meteo) tratta l’argomento scie chimiche ad una conferenza tenuta il 26 maggio 2012 a Palmanova.
Ascoltate la voce di un esperto e capirete meglio..

Read Full Post »

Quali sono le malattie che si possono correlare alle scie chimiche?

E’ noto che le chemtrails contengono elementi chimici e biologici dannosi. E’ quindi possibile collegare il massiccio spargimento di vari veleni nell’ambiente sia all’insorgenza di nuove patologie sia all’incremento di malattie un tempo meno diffuse.

Poiché, con le chemtrails, sono sparsi vari metalli (l’alluminio, il bario, il piombo etc.), si diffondono sempre più malattie come il Parkinson e l’Alzheimer. La causa del Parkinson è probabilmente da ricercarsi nell’accumulo di metalli nell’encefalo. Anche il Parkinson, sebbene se ne sospetti un’origine genetica, è legato presumibilmente all’accumulo di metalli nel cervello.
Il bario è un veleno che attacca soprattutto i muscoli, cuore compreso. Può essere all’origine di ictus a loro volta legati alla fibrillazione atriale ed all’infarto miocardico.

Molte forme tumorali (ad esempio i linfomi) sono connesse all’uranio e all’etilene dibromide, quest’ultimo è un insetticida ufficialmente bandito negli Stati Uniti. Se assorbito dall’organismo, può causare danni al sistema nervoso, edemi polmonari e sintomi quali dispnea, ansia, affanno, tosse. È molto irritante per le mucose e le vie respiratorie.

Il dottor Donald Scott ritiene che la fibromialgia, l’Alzheimer, la sclerosi multipla, l’encefalomielite mialgica (o sindrome da affaticamento cronico), insieme con altre affezioni neurosistemiche, siano la conseguenza dell’aggressione del micoplasma, un batterio che è stato geneticamente modificato in vari laboratori canadesi e statunitensi e quindi sperimentato sulle popolazioni inconsapevoli. I micoplasmi sono stati e vengono sparsi – ricorda Scott – soprattutto con gli aerei.

Altri disturbi ed affezioni meno gravi, ma non per questo da trascurare  sono dovuti all’inalazione ed alla ingestione di elementi chimici e biologici di varia natura: depressione, annebbiamento mentale, stipsi, sindromi para-influenzali, stanchezza cronica, difficoltà di concentrazione, amnesie…

Un altro capitolo è costituito dalle patologie causate dalle intense e costanti emissioni elettromagnetiche inquadrabili in un piano di potenziamento delle trasmissioni a fini militari.
Il Professor Levis elenca le principali sintomatologie connesse all’irradiazione di onde elettromagnetiche. Queste si possono riassuemere nei seguenti problemi: sintomi cutanei (prurito, eritemi, allergie); del sistema nervoso (disturbi del sonno, ansia, cefalee, emicranie, sindromi depressive…); del sistema muscolare (crampi, dolori muscolari, astenia); del sistema cardiovascolare (aritmie, disturbi della pressione arteriosa, ictus); del sistema ormonale e di quello immunitario (riduzione della sintesi della melatonina, alterazioni delle popolazioni linfocitarie); del sistema riproduttivo (aborti spontanei); del sistema acustico (tinniti), visivo, olfattivo, digestivo. L’esposizione alle radiazioni non ionizzanti è reputata da molti scienziati all’origine di neoplasie, soprattutto leucemie.

Per Leggere tutto l’articolo di  vai alla pagina del video.

Read Full Post »

Older Posts »