Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Sostanze tossiche’

Attenzione, perché l’aspartame è contenuto in molte cose, oltre che nelle bevande dietetiche come recita questo articolo.
Sappiate che anche le gomme da masticare e i dentifrici oltre al fluoro altamente dannoso, contengono aspartame!
A breve vi posterò uno dei migliori dentifrici fai da te, libero da SLES, Fluoro e Aspartame 😉
Secondo i nuovi risultati, del più importante studio sul potenziale cancerogeno dell’aspartame nell’uomo, una soda al giorno può aumentare il rischio di leucemia negli uomini e nelle donne e di mieloma e di linfoma non-Hodgkin negli uomini.
È importante sottolineare che questo è lo studio più completo, a lungo termine, mai realizzato su questo argomento, nel senso che ha un peso considerevole rispetto alle precedenti ricerche le quali non sembravano mostrare alcun rischio.
Per questo studio, i ricercatori hanno analizzato i dati del Nurses’ Health Study e dell’Health Professionals Follow-Up Study per un periodo di 22 anni. Sono stati studiati un totale di 77.218 donne e 47.810 uomini, per un totale di 2.278.396 persone. Oltre alla vastità, ciò che rende questo studio superiore ad altri rapporti precedenti è l’accuratezza con cui è stata valutata l’assunzione di aspartame. Ogni due anni, i partecipanti ricevevano un dettagliato questionario alimentare e la loro dieta veniva rivalutata ogni quattro anni. I precedenti studi i quali non hanno trovato alcun legame con il cancro registrarono l’assunzione di aspartame solo in un determinato periodo di tempo, un errore molto grave in termini di precisione.

I risultati combinati di questo nuovo studio hanno dimostrato che una sola lattina da 330 ml di una bevanda diet al giorno comporti:

  • Un rischio di contrarre la leucemia del 42% superiore negli uomini e nelle donne (analisi combinata)
  • Un rischio di contrarre il mieloma multiplo del 102% superiore (solo negli uomini)
  • Un rischio di contrarre il linfoma non-Hodgkin del 31% superiore (solo negli uomini)

Questi risultati sono basati su modelli multi-variabili di rischio relativo, il tutto rapportato a partecipanti che non bevevano diet soda. Non si sa come mai, solo gli uomini che bevevano una maggiore quantità di soda mostrassero un aumento del rischio di mieloma multiplo e linfoma non-Hodgkin. Si noti che le diet soda sono (di gran lunga) la principale fonte alimentare di aspartame negli Stati Uniti. Ogni anno, gli americani consumano circa 5250 tonnellate di aspartame in totale, di cui circa l’86% (4.500 tonnellate), si trova nelle bevande dietetiche.

Questo nuovo studio dimostra l’importanza della qualità della ricerca. La maggior parte delle ricerche precedenti, le quali non mostrarono alcun legame tra aspartame e cancro sono state criticate per esser state troppo brevi e troppo imprecise nella valutazione, a lungo termine. Questo nuovo studio risolve entrambi questi problemi. Il fatto che si dimostra un legame positivo con il cancro non dovrebbe essere una sorpresa, perché in uno studio precedente, effettuato su animali (900 ratti per tutta la loro vita) mostrò risultati molto simili: l’aspartame aumentò esponenzialmente il rischio di linfomi e leucemia sia nei maschi che nelle femmine. Più preoccupante fu ciò che seguì a questo mega studio, ovvero una ricerca dove si esponevano i ratti, a livello fetale, all’aspartame. Venne confermato l’aumento del rischio, sia per quanto riguarda il linfoma sia per quanto riguarda la leucemia, oltre ad un notevole aumento del tasso di cancro alla mammella. Tutto ciò solleva una domanda importante: in futuro, studi di alta qualità, scopriranno altri tumori collegati all’aspartame (cervello, mammella, prostata, ecc)?

Vi è ora, più che mai, la ragione di evitare completamente l’aspartame nella vostra dieta quotidiana. Per coloro che vorrebbero tornare a bere le “salutari” bibite zuccherate, questo studio ha qualcos’altro da dirvi: gli uomini che consumano una o più bibite zuccherate al giorno aumentano del 66% il rischio di beccarsi un linfoma non-Hodgkin (anche peggio delle bevande dietetiche).
Forse è meglio evitarla del tutto!

Fonte

Annunci

Read Full Post »

E’ già da un pò che volevo consigliarvi il mio struccante.. ma, nel frattempo, ho scoperto che è tossico! 😯
Io utilizzavo l’olio Johnson, e quest’inverno, ne ho fatto un uso smodato, perché mi sono truccata molto per ballare.
Mi sono ritrovata la pelle del viso accartocciata e piena di rughe.. e non capivo perché.. finché non ho scoperto che era lui l’incriminato!
Così ho cercato un sostituto e mi si è aperto un mondo: quello eco-bio.

Adesso il mio struccante veramente naturale ed efficacissimo.. oltreché emolliente e nutriente è questo:
Olio vegetale+olio essenziale.

Potete usare tutti gli oli vegetali, anche quelli alimentari, che volete: ognuno ha le sue proprietà.
Olio di mandorle, di Germe di Grano, di Avocado, di Oliva, di Riso, di Soja, di Sesamo, di Arachidi, di Semi di Girasole..
Considerate che più è grasso, più strucca 😉
L’aggiunta di oli essenziali serve principalmente a mascherare l’odore di “crocchetta”.
Il mio? E’ ultraeconomico! Eccolo:

50 ml totali di Olio di Semi di Girasole + Olio di Soja o Oliva
2 gocce di Olio Essenziale di Limone
2 gocce di Olio Essenziale di Lavanda

L’olio di Girasole ha effetto levigante e si assorbe molto bene, quindi mitiga l’effetto grasso dell’altro olio. Quello di Oliva è il migliore, per le sue infinite proprietà, ma ha un odore molto forte, quindi talvolta preferisco quello di Soja.
L’OE di limone è adattissimo per il contorno occhi, visto che attenua anche rughe, occhiaie e borse.. l’unico problema è che è fotosensibile, quindi se lo usate prima di esporvi alla luce del sole, rischiate di provocarvi macchie scure sulla pelle.. attenzione!8O
Usatelo la sera!
Il limone è anche sbiancante.. ottimo in inverno, ma d’estate rischiate di togliervi l’abbronzatura! 😉
Non esagerate con le dosi degli olii essenziali e accertatevi che siano davvero tali e non essenze profumate o altro tipo gli oli dei diffusori!!!
Una vasta panoramica sugli oli essenziali la trovate qui, sugli oli base, invece, qui

La stragrande maggioranza dei barattolini delle creme per il viso contiene 50 ml di prodotto.
Se utilizzate come contenitore il barattolino della crema, assicuratevi di lavarlo bene, sterilizzarlo nell’acqua bollente e asciugarlo bene, prima di metterci l’olio: in questo modo il vostro struccante durerà più a lungo!

In ogni caso conservate l’olietto in un contenitore scuro o comunque che lo protegga dalla luce, e preparatene poco per volta: non contiene conservanti, ed usandolo inevitabilmente lo “contaminate”!

Come si usa?
Mettete qualche goccia sulle dita, poi spalmatelo bene sugli gli occhi e il viso con movimenti rotatori, poi con una salvietta di carta o un batuffolino di cotone inumidito dall’acqua, rimuovete il trucco. Sciacquatevi bene il viso e eventualmente applicate un tonico. Io uso l’acqua di rose, che è un portento!

In alternativa all’OE potete usare le essenze alimentari, come la vaniglia, l’arancio ecc.. oppure niente.. funziona lo stesso! 🙂

Da quando uso gli olii vegetali, il mio viso ha ripreso vita, compattezza ed elasticità.. sto buttando tutte le creme.. ma di questo ve ne parlerò prossimamente!
Fatemi sapere se vi piace il mio struccante! 😉

Read Full Post »

La Storia dei Cosmetici in italiano:
Traduzione: Paolo Sindaco – Meetup Gli Amici di Beppe Grillo di Napoli
Doppiaggio: Alice – MoVimento Cinque Stelle Palermo
Montaggio: Clay – MoVimento Cinque Stelle Palermo

Read Full Post »

 

La nuova pattumiera del mondo industrializzato adesso è il Ghana: è qui che finisce una buona parte degli oggetti ormai ritenuti inutili, rifiuti tecnologici dei paesi industrializzati..

L’Onu stima 20-50 milioni di tonnellate di rifuti prodotti ogni anno, che contengono elementi tossici che mettono a rischio ambiente e salute umana.
I rifiuti derivanti da apparecchiature elettriche ed elettroniche, sono tra quelli pericolosi in più rapida crescita a livello globale (3-5% annuo: nel 2006 ogni cittadino europeo ne ha prodotto tra 17 e 20 chili all’anno).
Contengono elementi tossici e persistenti (metalli pesanti, ftalati, pcb) che rappresentano un rischio per l’ambiente e la salute umana nelle fasi di trattamento, riciclaggio e smaltimento.

 

Le foto che vedete, tratte da Repubblica, parlano da sole!
Oggetti pericolosi trattati senza nessuna precauzione anche da bambini, materiale tossico bruciato vicino alle case, pozze di liquame contaminato in cui tutti sguazzano.  

 








Per saperne di più

Read Full Post »