Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘latte’

 

Dalle mail a facebook, gira la notizia che il latte scaduto venga ripastorizzato e rimesso in commercio…
Questo il messaggio:

Il latte ha una scadenza.
Il latte scaduto non venduto viene mandato di nuovo al produttore che PER LEGGE può effettuare di nuovo il processo di pastorizzazione a 190 gradi e rimetterlo sul mercato. Questo processo PER LEGGE può essere effettuato fino a 5 VOLTE.
Il produttore è obbligato a indicare quante volte è stato effettuato il processo, e in effetti lo indica, ma a modo tutto suo, nel senso che chi si è mai accorto che il latte che sta bevendo è scaduto e ribollito chissà quante volte?Il segreto è guardare sotto il tetrabrick e osservare i numerini
Ci sono dei numeri 12345. Il numero che manca indica quante volte è scaduto e poi ribollito il latte.
ES: 12 45 manca il “tre”: scaduto e ribollito 3 volte.
Ma non finisce qui, perché in un a scatol a da 12 buste ci saranno alcune buste dove manca il numero e altre dove ci saranno tutti i numeri. Attenzione tutto lo scatolone avrà ricevuto questo trattamento. In questo modo le aziende si arricchiscono, riciclando di fatto il latte scaduto, e chi ne paga le conseguenze siamo noi che di fatto beviamo acqua sporca

In realtà tutto ciò non è vero.
La risposta dell’esperto dr. Avanzi della Centrale del Latte di Torino è:

La pastorizzazione del latte scaduto, con relativa conta numerica sul fondo del cartone è notizia assolutamente falsa e l’ e-mail tende a creare ingiustificati allarmismi con finalità che ignoriamo.

La pastorizzazione del latte scaduto è un atto illecito e nessun produttore di  latte è autorizzato a tale pratica. Il numero stampato sul fondo della confezione del latte ( il Tetrapak ) non è altro che il numero della bobina che ha stampato la medesima.

Per saperne di più:
Il vero significato di scritte e numeri sul cartoccio, Codacons Piemonte,  Spesa critica, Corriere.it

Annunci

Read Full Post »

Alle porte dell’estate possono comparire comunque dei raffreddori…

Preparate questa bevanda squisita per curarvi e coccolarvi…
Potete anche utilizzarla fredda come semplice bevanda 😉

Ingredienti:

2 dl di latte intero
10 mandorle dolci con la pellicina
1 cucchiaio di zucchero

Tritate le mandorle, aggiungete lo zucchero ed il latte e portate ad ebollizione, mescolando di tanto in tanto.
Fate stemperare un pò e bevetelo ancora caldo… 😉

Fonte

Read Full Post »

latte

…. mettilo in freezer!!!!

Tempo fa un pediatra consigliò ad una mia amica di conservare il latte materno in eccesso mettendolo in barattoli con la data, nel freezer.
Così, una volta esaurito l’allattamento naturale, lo avrebbe potuto prolungare, scongelando via via il latte conservato, partendo dalla data più lontana…
In questo modo avrebbe aumentato le difese immunitarie del suo bambino!!
Questa proprietà del latte materno è risaputa: più lungo è il periodo di assunzione, più il pargolo diventa resistente alle malattie 😉

Forte di questa notizia ho fatto la prova, e adesso quando devo partire e ho il latte avanzato, invece di buttarlo, lo congelo… e quando torno lo scongelo a temperatura ambiente o con il microonde!!

Read Full Post »

latte scaduto 

Facci il formaggio!!!!

Io l’ho provato ed è venuto un formaggio morbido, simile alla ricotta, buonissimo!!!!

Basta mettere il latte sul fuoco con un pizzico di sale, aspettando che si separi dal caglio.
A questo punto spegnete il fuoco e lasciate riposare per un pò, poi raccogliete la parte bianca con una schiumarola e mettetela in un contenitore, lasciando un pò di liquido per mantenere il composto morbido.

Quando si è freddato, mettetelo in frigo… ed è pronto!

Lo potete arricchire con le spezie o erbe aromatiche e spalmare sulle tartine o condirci la pasta, o con lo zucchero e le scaglie di cioccolato, o farci il ciambellone o la crostata … o lo mangiate così!

E’ un procedimento simile a quello per fare la ricotta fatta in casa… ma senza aggiungere aceto o limone… quindi il sapore è ancora più “naturale”.

Se mettendo il latte sul fuoco e portandolo ad ebollizione, non si separa in formaggio e caglio… allora vuol dire che, anche se l’etichetta avverte che è scaduto, in realtà non lo è… e quindi potete consumarlo come tale… 😉

Read Full Post »

ricotta 

Semplicissimo!
Molto utile quando vi accorgete di non averla in frigo quando vi serve, o quando avete eccedenza di latte in casa e non sapete cosa farci!

Ingredienti per circa 190 gr di ricotta:
1 lt di latte (intero, scremato, di mucca, di pecora ecc… quello che volete voi!)
2 cucchiai di aceto bianco o succo di limone filtrato
sale

Portate ad ebollizione il latte con un pizzico di sale, mescolando ogni tanto per evitare il formarsi della patina superficiale.
Incorporate l’aceto e mescolare tenendo sul fuoco per 2-3 minuti, finché non vedete il composto separarsi in tanti grumi.
Togliete dal fuoco e lasciate riposare qualche minuto, mescolando ogni tanto.
Raccogliete con la schiumarola la parte bianca separandola dal siero e mettetela a riposare fino a quando non è tiepida.
Quando la ricotta si è freddata, trasferitela in un contenitore e conservatela in frigo.

Non ci crederete…. ma è anche buona!

Se la desiderate un pò più morbida, scolatela meno e conservatela con un pò di siero.
Ho letto che è possibile utilizzare il siero per farne altra… che verrà sicuramente più buona, ma io non ci ho provato… 😳

Read Full Post »