Feeds:
Articoli
Commenti

Posts Tagged ‘Fertilità’

La Danza del Ventre, lo dice il nome stesso, individua il ventre come centro della procreazione…

E’ una danza ancestrale, utilizzata dai popoli antichi, che esaltava la donna come madre, culla e sorgente di vita, e che individuava il ventre come simbolo della fecondità e fertilità.

Reouma Bat Cohen, Laureata in ginecologia, omeopata, agopunturista e insegnante di yoga,  ha sviluppato un metodo naturale che la ginecologa Aviva Steiner aveva elaborato negli anni ’60 , che permette di affrontare molti disturbi femminili con particolari esercizi che richiamano movimenti della danza del ventre e di antichi balli africani della fertilità.
Utilizzando come tecnica di allenamento vaginale la Danza del Ventre, è riuscita a risolvere molti casi di sterilità.

Non solo!
Oltre ad aver notato che la ginnastica intima è ottima nel periodo fertile per restare incinta, è altrettanto potente quando l’ovulo è fecondato, da provocarne l’espulsione.
Così, da un lato, è possibile utilizzare la danza del ventre come cura per la sterilità e dall’altro come sistema anticoncezionale…. 😯

A quanto pare, praticando forti movimenti, soprattutto intorno all’utero, durante i giorni in cui la donna dovrebbe avere le mestruazioni, si riesce a provocarle, interrompendo così la gravidanza in modo volontario, senza alcun intervento esterno, né effetti collaterali negativi….

Pertanto colpi di pelvi in avanti con rilassamento del perineo e indietro con contrazioni del perineo, fatti nel periodo in cui dovrebbe esserci il ciclo mestruale, potrebbero evitare una gravidanza indesiderata, mentre movimenti rotatori e lenti effettuati durante l’ovulazione potrebbero favorire la gravidanza!!!!

Non affidatevi però ciecamente a questi movimenti per essere sicuri che funzionino come metodo anticoncezionale… c’è molto di più e per questo vi rimando agli esperti.. 😉

Ecco alcuni esercizi di Cohen…

Esercizio per sentire in azione i muscoli perineali che circondano l’utero:

Inginocchiate, scendete lentamente all’indietro facendo leva sulle cosce, senza inarcare la schiena. Rimanete in posizione per 1-2 minuti. .

Esercizio per  “percepire” i muscoli intorno alle ovaie:

sedetevi a gambe poco divaricate e, senza sdraiarsi, fate scivolare la mano destra sul pavimento verso un punto lontano a sinistra.
Tornate sedute e cambiare lato. 
Ripetete l’esercizio a gambe unite.

Esercizio per attivare l’energia nel bacino:

In piedi, con le ginocchia leggermente flesse, braccia lungo il corpo.
Estendete le gambe e fate oscillare il bacino in avanti e indietro, con un braccio teso in avanti e l’altro all’indietro.
Piegate le ginocchia e ritornate alla posizione iniziale. 
Ripetete il movimento alternando le braccia.

Esercizio per “liberare” la zona pelvica:

In piedi, gambe unite, braccia lungo i fianchi.
Contraete i muscoli addominali, flettendo il ginocchio destro e portando le braccia al petto, con i pugni chiusi.
Successivamente, estendete gambe e braccia, appoggiate il piede a terra e ripetete l’esercizio flettendo l’altro ginocchio. 
  

Solo adesso ho notato una cosa….
gravi-danza….. 😯

Per saperne di più: Intervista a Reouma Cohen, Dweb, Muscoli vaginali
Libro: La più antica delle Danze e il suo potere curativo – Flavia De Marco

Annunci

Read Full Post »