Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 6 Mag 2008

Altra bufala che gira per e-mail… gli orientali che mangiano i bambini!!! 😯

Non è un caso che questa storia, già in rete dal 2001 ed in italiano dal 2003, sia tornata in voga , ora che si avvicinano le olimpiadi in Cina ed è ancora in fermento la questione dei diritti umani e del Tibet….

Ecco il testo della mail:

QUESTO E’ UNO SCANDALO!!!
QUESTO E’ ORRIBILE
A TAIWAN, ISOLA DEL GIAPPONE i NEONATI e i feti umani morti si possono comprare da 50$ a 70$ negli ospedali per soffisfare LA GRANDE richiesta di NEONATI ALLA PIASTRA O AL BARBECUE AMERICANO ..CHE SCHIFO DI COMMERCIO !!!!!
Per favore, rinvia questo messaggio a più persone che puoi, affinchè tutto il mondo abbia visto queste cose atroci, e si trovi una soluzione
Questo è un reale attentato alla specie umana, dobbiamo unire tutte le nostre forze per fermare questo genocidio, altrimenti non terminerà mai
La parola ‘impossibile’ INDICA CHE QUESTO NON è POSSIBILE MA PURTROPPO STA ACCADENDO!
Questo fatto è reale. Bisogna gridare e denunciare questo orrore.
IL SILENZIO E’ DEI COLPEVOLI
Ora è il tuo turno. Fai girare questa e-mail più che puoi… Non facciamo finta

Come dice Attivissimo:

Come un cane particolarmente stupido rincorre le automobili, così le bufale inseguono le notizie.
Il guaio è che mentre il cane rischia di essere travolto dalle auto contro le quali si scaglia, nel caso delle bufale è invece la notizia vera a finire travolta dalle stupidaggini e dalle falsità.
La bufala è molto più diretta e viscerale: è una rappresentazione di quello che sentiamo ma che non osiamo dire esplicitamente.
In questo caso, rappresenta la paura del diverso, che è reale ma politicamente scorretta e quindi viene riproposta come leggenda metropolitana.
E la leggenda ha successo e si diffonde, ancora una volta, perché soddisfa un pregiudizio molto diffuso.

 In realtà si tratta di una forma d’arte estrema utilizzata per farsi pubblicità ad ogni costo…

Come continua Attivissimo:

In ogni caso, nulla di tutto questo dimostra in alcun modo che il cannibalismo sia un’usanza diffusa e accettata a Taiwan (men che meno in Thailandia).
Dimostra solo che c’è un cinese (non un taiwanese, non un thailandese) cretino che è disposto a tutto, persino a mangiare un cadavere (o a far credere di averlo fatto), pur di avere il suo quarto d’ora di celebrità.

Come considerazione personale, va notato che la diffusione di questo appello come catena di sant’Antonio ha un effetto interessante: dimostra che siamo tutti istintivamente un po’ razzisti.
Dite la verità, se una storia del genere fosse stata attribuita a un norvegese, l’avreste presa per vera?

Su 888.rockin.net trovate in inglese la smentita che cita il comunicato ufficiale del governo taiwanese.
Il comunicato, tra l’altro, ribadisce che il cannibalismo è illegale a Taiwan.

Quindi state tranquilli ed evitate di divulgare false, tendenziose e raccapriccianti notizie…. 😉

Fonte: Attivissimo

Foto (cliccate solo se avete lo stomaco forte…): Lavato, cucinato, mangiato1 e mangiato2….

Read Full Post »