Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for 17 marzo 2008

Pane

Finalmente ho anch’io la Madre per fare il pane con il lievito naturale!!

Me lo ha passato una mia amica e me lo sto coltivando come un cucciolino… 🙂

Il lievito naturale, a differenza del lievito di birra, contiene molti saccaromiceti e lactobacilli che rendono il pane più digeribile e conservabile più a lungo.
Mentre la fermentazione del lievito di birra è esclusivamente alcolica, con produzione, quindi, di alcool ed anidride carbonica, la coltura dei lieviti e lactobacilli del lievito naturale, porta anche ad una fermentazione lattica con produzione di acido lattico e a volte di acido acetico. 

Una volta veniva utilizzato dalle nonne che facevano il pane in casa e che si conservava per un’intera settimana.
Adesso abbiamo perso questa tradizione, vista l’esigenza di fare le cose in fretta… ma con pochissima pazienza e soprattutto una buona organizzazione è possibile recuperare questo fantastico metodo naturale.

La pasta Madre è qualcosa di vivo.. 
Contiene infatti una microflora selezionata, lieviti e batteri  che sono responsabili della lievitazione.
L’unica accortezza è quella di “tenerla in vita” con quelli che si chiamano “rinfreschi”, cioè impasti periodici con precise quantità di farina ed acqua.
In questo modo vengono nutriti i microorganismi che la compongono, permettendo la loro riproduzione.

Il lievito naturale si ottiene dalla fermentazione spontanea di un composto di farina di frumento ed acqua  , nel quale sono presenti microorganismi come lieviti e batteri lattici, tra cui i lactobacilli e streptococchi.
Questi microorganismi si riproducono alimentandosi di zuccheri semplici (saccarosio) e zuccheri complessi, contenuti nelle farine.
Ecco perché sono necessari i “rinfreschi”…

L’unico svantaggio del lievito naturale è che la lievitazione è più lenta e richiede una lavorazione apparentemente più complessa… ma vi assicuro che, se vi riuscite ad organizzare, risulterà anche più semplice!

Di contro ci sono numerosi vantaggi:

  • I batteri lattici permettono una maggiore digeribilità delle proteine
  • Si ottiene un impasto più facile da lavorare
  • L’aroma è più intenso, il sapore e la fragranza sono particolari… (in parole povere è moolto più buono)
  • Gli enzimi che partecipano al processo di lievitazione lo rendono più sano e digeribile
  • Non gonfia la pancia come il pane ottenuto dalla lievitazione con il lievito di birra
  • Il pane si conserva più a lungo rispetto a quello tradizionale

Di sicuro la fragranza e la bontà del pane fatto con il lievito naturale ripaga da qualsiasi sforzo!! 😉 
Io ci preparo anche la pizza!!! :mrgreen:

D’ora in poi vi posterò tutte le mie ricettine di pane, sicuramente dopo avervi edotto su come “rinfrescare” il lievito madre  e produrlo… 😉

Read Full Post »